giovedì 8 dicembre 2011

Napoli in festa Una notte stratosferica





Quando alle 3.40 di una notte inebriante e infinita il charter che porta il Napoli a casa tocca terra, dalla coda dell'aereo - riservata a un gruppo di tifosi che racconterà ai posteri l'esperienza - parte convinto il coro: "Grazie ragazzi!". Perché in effetti quello maturato fra l'esordio a Manchester in settembre fino alla vittoria di ieri sera in Spagna, al Madrigal, è "qualcosa di stratosferico" come lo ha definito Mazzarri. Gli ottavi di Champions ottenuti nel girone più difficile rimangono scolpiti nella storia.
Il delirio nella notte napoletana. Afp
EUFORIA — In volo si scatena la gioia dei giocatori, perché l'adrenalina è tanta da smaltire "e questa notte rimarrà memorabile, in attesa di viverne delle altre" dice un euforico Morgan De Sanctis protagonista anche a Vila-Real con una portentosa parata su Joselu nel finale. Il portiere si improvvisa in volo dj-animatore mentre musica disco "sparata" da tablet e iPod fa da colonna sonora.
IMPRESSIONANTE — Ma è realmente impressionante la folla che alle 4 del mattino attende a Capodichino per accogliere gli eroi del Madrigal. Sono almeno tremila e le forze dell'ordine fanno fatica a contenerli fuori dall'aeroporto. Oggi è giorno di festa, ma a Napoli lo sarebbe comunque. Gode Paolo Cannavaro, capitano napoletano di questo gruppo dal grande cuore. Per lui cori a gran voce che chiedono la Nazionale. Azzurro a tinte forti.

domenica 6 novembre 2011

Conte: Napoli tra i favoriti al titolo

TORINO,5 NOV- ''A livello fisico il Napoli non avra' alcuno strascico per la partita di Monaco. Ho visto una squadra dalla grande reattivita' che si e' rimessa in gioco sullo 0-3: quindi possiede valori molto importanti''. Lo afferma Antonio Conte alla vigilia di Napoli-Juve. ''Rispettiamo tantissimo i nostri avversari e gia' la scorsa estate ho indicato il Napoli tra i favoriti al titolo - aggiunge Conte - ma la Juve non teme alcun avversario'. Fra i bianconeri, unico dubbio la disponibilita' di Quagliarella.

martedì 1 novembre 2011

OGNISSANTI: NAPOLI, IN TRANSITO IN AERO 90MILA PASSEGGERI

OGNISSANTI: NAPOLI, IN TRANSITO IN AERO 90MILA PASSEGGERI
14:21 28 OTT 2011 

(AGI) - Napoli, 28 ott. - Da oggi fino a mercoledi' 2 novembre saranno circa 90mila i passeggeri che transiteranno per lo scalo aereo di Capodichino a Napoli. I dati della Gesac, societa' di gestione dello scalo, li vedono distribuiti tra rotte nazionali (50 mila), internazionali (33 mila) e su voli charter (7 mila). Londra, Parigi e Berlino saranno le destinazioni internazionali di linea piu' gettonate per il ponte di Ognissanti oltre a Monaco - sia come volo di linea che charter - dove si prevedono in partenza da Napoli circa 2 mila tifosi che andranno ad assistere alla partita di Champion's League con il Bayern Monaco (9 i voli charter in partenza da Napoli mercoledi' prossimo 2 novembre). Dal 30 ottobre 2011, inoltre, entrera' in vigore l'orario voli invernale con il nuovo network di collegamenti: 33 i voli di linea diretti, con 21 destinazioni internazionali e 12 destinazioni nazionali.

Programma Operativo Interregionale "Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico 2007-2013"

Il giorno mercoledì 2 novembre 2011, alle ore 9:30, presso la sede del Consiglio Nazionale delle Ricerche, P.le Aldo Moro 7, si terrà il Convegno "Valorizzazione del potenziale dell'energia geotermica per finalità di sviluppo del territorio convergenza: il progetto VIGOR"
Il progetto VIGOR (Valutazione del potenziale Geotermico delle RegiOni della convergenza), nasce da una intesa operativa tra il Ministero dello Sviluppo Economico ed il Consiglio Nazionale delle Ricerche - DTA , nell’ambito dal Programma Operativo Interregionale “Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico 2007-2013” (POI ENERGIA).
Tale progetto ha come obiettivo l’implementazione e la sistematizzazione dei dati geotermici per migliorare lo sfruttamento della risorsa nelle Regioni della Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia).
Info e programma: www.vigor-geotermia.it

giovedì 27 ottobre 2011

Cesaro, strada grandi eventi e' quella giusta per Napoli


N
apoli, 24 ott. - (Adnkronos) - ''Oggi puo' partire per il nostro territorio una stagione che puo' riconsegnare una nuova Napoli al ruolo che le compete, ovvero quello di capitale del Mediterraneo''. Lo ha detto il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, intervenendo stamane al Congresso mondiale delle Camere di commercio italiane all'estero al Teatro San Carlo.
''L'appuntamento di oggi, - ha sottolineato Cesaro - la Coppa America nei prossimi due anni, il World urban forum e l'Expo dell'aerospazio nel 2012, il Forum delle Culture nel 2013, sono un cartello di eventi che fungeranno da volano per la nostra economia turistica. Dallo studio realizzato dall'Universita' Federico II sui modelli di sviluppo possibili nella nostra citta' ed il confronto con quanto accaduto in altre localita' italiane e del mondo, emerge che negli ultimi dieci anni citta' come Barcellona, Torino e Valencia abbiano visto praticamente raddoppiare i propri flussi turistici sulla scorta di eventi quali l'Olimpiade, le Olimpiadi invernali e la Coppa America".
"Tutto cio' mi conforta - ha proseguito - perche' e' la strada che stiamo percorrendo con la promozione di una serie di eventi internazionali che verranno ospitati dalla nostra Citta'. Iniziative che avranno ricadute positive su tutta l'area metropolitana, anche grazie all'impegno della Provincia di Napoli ed alla nostra capacita' di coinvolgere tutta l'area di nostra pertinenza''. (segue)

domenica 3 luglio 2011

Altro che partito degli onesti, ecco la lista dei condannati e degli indagati del Pdl - Roccarainola Blog


Molti durante l’acclamazione di Alfano a segretario del Pdl sono rimasti increduli. Qualcuno ha pensato che si trattasse di una battuta (anche il re dei giullari, per distacco, resterà sempre Silvio). Qualcun altro, tra il serio e il faceto, ha proposto al ministro della Giustizia di cambiare partito. In effetti, a giudicare dalla lista seguente, non si capisce cosa abbia a che vedere l’onestà con il Pdl. Partito di plastica nato per compiacere il suo indiscusso sovrano, il palazzinaro p2ista che con la legalità non è mai andato troppo d’accordo. Nel listone si trovano corrotti, condannati per i più disparati motivi, imputati, indagati (ah, so già che questi ultimi susciteranno lo scandalo degli pseudogarantisti, quelli contenti se un ragazzo viene ammazzato di botte in carcere, ma pronti a incavolarsi come biscioni se si osa chiedere a un potente coinvolto in faccende scabrose che hanno a che vedere con i beni pubblici di fare un passo indietro, per chiarezza, e di ripresentarsi quando la giustizia avrà eliminato ogni ombra sulla loro figura). Tra tutti spicca ovviamente il premier, ma una menzione d’onore la vorrei riservare a quel Brancher che ha avuto perfino la faccia tosta di farsi nominare ministro con il solo, palese scopo di evitare le sue molte rogne giudiziarie.
Abrignani Ignazio (deputato): è stato indagato a Milano per dissipazione post fallimentare nelle indagini sulla bancarotta Cit, agenzia di viaggi dello Stato.
Berlusconi Silvio (premier): 2 amnistie (falsa testimonianza P2, falso in bilancio Macherio); 2 assoluzioni per depenalizzazione del reato (falso in bilancio All Iberian, Sme-Ariosto); 8 archiviazioni (6 per mafia e riciclaggio, 2 per concorso in strage); 6 prescrizioni; 3 processi in corso (frode fiscale Mediaset, corruzione in atti giudiziari Mills, frode fiscale e appropriazione indebita Mediatrade), tutti sospesi in attesa che la Consulta si pronunci sulla legge sul legittimo impedimento.
Berruti Massimo (deputato): condannato a 8 mesi per favoreggiamento per aver depistato nel 1994 le indagini sulle tangenti Fininvest.
Brancher Aldo (deputato): condannato in secondo grado per falso in bilancio e finanziamento illecito, reato prescritto (il primo) e depenalizzato (il secondo). È imputato anche per la scalata Bnl, per la quale i suoi legali hanno chiesto il legittimo impedimento nel breve periodo in cui è stato ministro per il Federalismo.
Caliendo Giacomo (senatore e sottosegretario): indagato nell’inchiesta sulla nuova P3.
Camber Giulio (senatore): condannato a 8 mesi per millantato credito nell’ambito della Kreditna Banka. Era accusato di aver preso 100 milioni di lire.
Cantoni Giampiero (senatore): ha patteggiato 2 anni per corruzione e poi per concorso in bancarotta fraudolenta.
Ciarrapico Giuseppe (senatore): 5 condanne definitive fin dagli anni ‘70 per falso e truffa.
Comincioli Romano (senatore): imputato per false fatture e bilanci truccati di Publitalia, poi prescritto. Nel 2008 la giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato respinge la richiesta di usare le intercettazioni delle sue telefonate con Stefano Ricucci per la scalata al Corriere della Sera.
Cosentino Nicola (deputato ed ex sottosegretario): accusato di legami con il clan dei Casalesi, il Parlamento ha negato la richiesta d’arresto. Indagato anche nell’inchiesta sulla P3.
De Angelis Marcello (deputato): condannato a 5 anni per banda armata e associazione sovversiva come dirigente del gruppo neofascista Terza Posizione.
De Gregorio Sergio (senatore): è stato indagato a Napoli per riciclaggio e favoreggiamento della camorra e corruzione.
Dell’Utri Marcello (senatore): sette anni in appello per concorso in associazione mafiosa per le contestazioni precedenti il 1992. È indagato a Roma nell’inchiesta sulla P3. È accusato di calunnia per aver ordito un piano per screditare alcuni pentiti palermitani che l’avevano accusato nel processo per associazione mafiosa. Deve anche riaffrontare il processo per tentata estorsione ai danni dell’imprenditore siciliano Vincenzo Garaffa.
De Luca Francesco (deputato): è stato indagato per tentata corruzione in atti giudiziari: il clan camorristico dei Guida si sarebbe rivolto a lui per un processo in Cassazione.
Farina Renato (deputato): ha patteggiato 6 mesi (pena commutata in una multa di 6.480 euro) per favoreggiamento nel processo per il sequestro di Abu Omar.
Fasano Vincenzo (senatore): condannato a 2 anni per concussione nel 2007, pena indultata.
Firrarello Giuseppe (senatore): arrestato e condannato in primo grado a Catania a 2 anni e 6 mesi per turbativa d’asta per le tangenti sulla costruzione dell’ospedale Garibaldi. Poi prescritto.
Fitto Raffaele (deputato e ministro): rinviato a giudizio per sei reati, prosciolto per altri cinque. Ancora aperti 2 casi di corruzione, un illecito nei finanziamenti ai partiti, 1 peculato da 190 mila euro e 2 abusi d’ufficio.
Grillo Luigi (senatore): L’assemblea del Senato ha negato l’uso delle intercettazioni nell’ambito della Banca popolare di Lodi. Prescritto a Genova per truffa per la Tav.
Landolfi Mario (deputato): è stato indagato per corruzione e truffa. Nella stessa inchiesta 5 pentiti chiamano in causa Nicola Cosentino.
Matteoli Altero (senatore e ministro): rinviato a giudizio per favoreggiamento riguardo un abuso edilizio all’isola d’Elba. La giunta della Camera ha negato l’autorizzazione a suo carico.
Messina Alfredo (senatore): è stato indagato per favoreggiamento nella bancarotta di HDC.
Nania Domenico (senatore): condannato nel 1980 a 7 mesi per lesioni quando militava neigruppi di estrema destra. Condannato in primo grado per abusi edilizi. Poi prescritto.
Nespoli Vincenzo (senatore): accusato di bancarotta fraudolenta e riciclaggio. L’aula del Senato ha negato l’arresto.
Nessa Pasquale (senatore): accusato di concussione, il pm aveva chiesto l’autorizzazione all’arresto.
Paravia Antonio (senatore): arrestato per corruzione nel 1995, prescritto nel 2004.
Proietti Cosimi Francesco (deputato): è stato indagato a Potenza con Vittorio Emanuele per la truffa ai Monopoli. Roma ha archiviato. È stato indagato anche nella Capitale per il filone legato agli ambulatorie alla ex signora Fini Daniela Di Sotto.
Russo Paolo (deputato): archiviato per l’ipotesi di reato di concorso esterno in associazione mafiosa quando era Presidente della Commissione parlamentare rifiuti. È stato indagato anche per violazione della legge elettorale.
Scapagnini Umberto (deputato): è stato indagato per abuso di ufficio aggravato per i parcheggi sotterranei a Catania.
Sciascia Salvatore (senatore): condannato a 2 anni e 6 mesi per aver corrotto, quando era capo dei servizi fiscali gruppo Berlusconi, alcuni ufficiali della Gdf.
Simeoni Giorgio (deputato): è stato indagato per associazione a delinquere e corruzione per le tangenti sanità nel Lazio.
Speciale Roberto (deputato): condannato in appello a 18 mesi per peculato da parte della Procura militare perché da comandante della Gdf ha utilizzato per scopi personali aerei della Fiamme Gialle.
Tomassini Antonio (senatore): medico, condannato a 3 anni per falso: durante un parto una bambina nacque cerebrolesa ma lui contraffece il partogramma.
Valentino Giuseppe (senatore): è stato indagato per favoreggiamento, si sospetta che abbia rivelato a Ricucci che era intercettato quando era sottosegretario alla giustizia. Il Senato ha negato l’autorizzazione all’uso delle intercettazioni.
Verdini Denis (deputato e coordinatore): indagato per l’inchiesta sulle Grandi opere, ora anche per la P3.

lunedì 23 maggio 2011

DOLORE: A BRACCIA CONSERTE SI SENTE MENO

Londra, 21 mag. - Incrociare le braccia a meta' del corpo manda in confusione il cervello e aiuta a ridurre l'intensita' del dolore, come rivela una ricerca dello University College London. Gli autori dello studio, pubblicato sulla rivista "Pain", ritengono che il motivo possa essere il conflitto di informazioni che si genera tra due funzioni del cervello, una relativa al corpo e una allo spazio esterno.

martedì 17 maggio 2011

Speciale Elezioni - Elezioni Comunali - Camposano


CandidatiVoti%PartitiVoti%Seggi
BARBATI GIUSEPPE
143236,67LISTA CIVICA - CAMPOSANO VINCE143236,678
QUATRANO PASQUALE
127532,65LISTA CIVICA - IMPEGNO PER CAMPOSANO127532,652
BARBATO LUCIO
119830,67LISTA CIVICA - LA FORZA DEI VALORI119830,672

domenica 1 maggio 2011

MARCO TRAVAGLIO 28/04/2011 - "Lo scippo" - Annozero


28/04/2011 Annozero - L'editoriale di Marco Travaglio.

VAURO 28/04/2011 - Le vignette - "Lo scippo" - Annozero

BERLUSCONI IN CADUTA LIBERA

 Per i sondaggi Ipr il premier mai stato così in basso. Ultime notizie - Roma - Berlusconi è in caduta libera secondo i sondaggi Ipr di aprile commissionati da Repubblica. Rispetto al massimo storico di consenso registrato dal premier nell'ottobre 2008 (pari al 62%), ad oggi la fiducia in Berlusconi sarebbe invece al minimo assoluto con solamente il 31%.

Ma il calo non coinvolge il solo Presidente del Consiglio, ma anche tutti gli altri Ministri, nessuno escluso.
Angelino Alfano perde 3 punti, Roberto Maroni perde 6 punti, Anche Umberto Bossi perde 3 punti, Ignazio La Russa perde 5 punti, Franco Frattini cala 4 punti, Calderoli, Gelmini, Brambilla e Fitto tutti di 2 punti.

E c'è di più: stando all'Ipr, ad aprile, per la prima volta, il centrosinistra avrebbe scavalcato il centrodestra. Anche se il vantaggio sarebbe di appena lo 0,5%.
Ma a rendere il tutto ancora più estremamente incerto è proprio l'esercito degli indecisi. Rappresenterebbero addirittura il 40% degli elettori.

venerdì 22 aprile 2011

Napoli invasa da rifiuti: 50 roghi nella notte

Sarà probabilmente una Pasqua tra i rifiuti quella che Napoli si accinge a vivere: in strada ci sono ancora tonnellate d’immondizia e l’ "operazione recupero", avviata qualche giorno fa, sta segnando il passo nonostante gli sforzi compiuti per rimuoverle tutte, soprattutto lungo le strade che potrebbe essere affollate dai turisti.
I cumuli, intanto, continuano a crescere e aumentano anche i disagi per i cittadini. Nella notte scorsa superlavoro per i vigili del fuoco impegnati a spegnere una cinquantina di roghi tra il capoluogo e la provincia. In 15 ore i pompieri sono intervenuti nel centro della città, al Vomero, quartiere collinare di Napoli, a Capodimonte, in via Salvator Rosa, lunga arteria che collega il centro storico con la zona collinare. Incendi anche a Casoria, a Pozzuoli, a Pomigliano d’Arco, a Roccarainola, e in altro zone del nolano.

giovedì 21 aprile 2011

Cavani: cambiare squadra? Non è vero!

NAPOLI, 21 APR – ‘Cambiare procuratore o squadra?Non e’ niente vero’. Lo ha detto l’attaccante del NapoliEdinson Cavani in occasione della presentazione della suabiografia. E sullo scudetto il bomber sottolinea: ‘Daremo ilmassimo, non c’e’ niente di facile. Sappiamo che sara’ dura mafaremo tutto quanto e’ nelle nostre possibilita’ ogni gara,ogni volta che indosseremo questa maglia la difenderemo edonoreremo fino alla fine’.